Torna indietro   forum.alfaclub.it > VITA DA ALFISTA > SPECIALE AUTO D'EPOCA

SPECIALE AUTO D'EPOCA Informazioni e curiosità per gli amanti della categoria.

cChatBox - AlfaChattisti
Benvenuto! - Se sei nuovo apri un topic in "PRESENTAZIONI" e parlaci di te - Si consiglia di non usare la chat per richieste tecniche.
Caricamento... Attendere Prego...
Caricamento
Lista Utenti...


Rispondi
 
Strumenti discussione Modalità visualizzazione
  #1  
Vecchio 18-05-2016, 19.34.04
Bevita Bevita non è connesso
Frequentatore
 
Data registrazione: 16-05-2016
Messaggi: 54
Predefinito 100ma Targa Florio & Historic Speed 7-8 maggio 2016

Salve a tutti!

Per la mia presentazione vi rimando all'apposito topic... qui dirò solo brevemente che sono siciliano di Palermo, medico di professione, grande appassionato di automobilismo classico ed alfista "in pectore" visto che per vari motivi non ho avuto ancora un'alfa "vera" (ne ho diverse in miniatura, alcune realizzate da me)...

Ho aperto questo topic per condividere con voi alcune immagini "alfiste" della kermesse che si è svolta fra Palermo e le Madonie (le montagne fra Palermo e Cefalù) per celebrare la disputa della centesima edizione della Targa Florio.

Come molti di voi sanno, la Targa Florio è la più antica al mondo fra le corse che ancora oggi si disputano, essendosi svolta per la prima volta nel 1906.

Nata come gara di velocità e durata, fu teatro di epiche sfide soprattutto tra Alfa Romeo e Bugatti prima della 2a Guerra Mondiale; dal 1955, e continuativamente dal 1958 al 1973, fu prova valida per il Campionato Mondiale Marche, che oltre alla Targa annoverava gare come le 24 ore di Le Mans e di Daytona, la 12 ore di Sebring, le 1000 km di Monza, del Nurburgring e di Spa, etc., in un'epoca in cui questo campionato rivaleggiava per importanza con la stessa Formula 1.
Dopo la perdita della validità mondiale nel 1974, l'ultima edizione di velocità fu nel 1977, quando un incidente mortale che coinvolse alcuni spettatori ne decretò la fine.
Dall'anno dopo (1978), la Targa si è disputata fino ad oggi come rally, con varie validità che hanno raggiunto quella per il Campionato Europeo e quella per l'IRC (International Rally Championship).

Quest'anno si è disputata la 100ma edizione (rally Targa Florio), per celebrare la quale l'AC Italia, la Fiat e il Gruppo FCA, oltre ad altri sponsor, hanno dato vita ad una manifestazione che accanto al rally per vetture contemporanee e storiche, valido per il campionato italiano, annoverava anche un tour per auto storiche, e una sfilata di famose vetture da corsa d'epoca guidate da campioni del passato che hanno corso (e talora vinto) alla Targa di velocità; tale sfilata (detta "Historic Speed" partiva dal complesso di Floriopoli (box e tribune della Targa di velocità, ora parzialmente restaurati) e finiva all'abitato di Cerda, paese una volta attraversato dalla corsa.

L'Alfa Romeo è stata probabilmente il Marchio protagonista di questa manifestazione per quantità e qualità di vetture, portate dal RIAR, dalla Scuderia del Portello e da collezionisti privati, e guidate fra gli altri da campioni come Arturo Merzario, Andrea de Adamich, Nanni Galli, Helmut Marko... di pari livello è stata solo la Porsche che ha portato vetture che hanno corso alla Targa dal museo di Stoccarda, anche se in numero inferiore...

Nei prossimi post, le foto per raccontare questo bell'evento
Rispondi citando
  #2  
Vecchio 18-05-2016, 19.50.01
Bevita Bevita non è connesso
Frequentatore
 
Data registrazione: 16-05-2016
Messaggi: 54
Predefinito










NB: tutte queste prime foto sono state scattate dall'amico Piergiorgio Ferreri, grande fotografo e modellista.
Rispondi citando
  #3  
Vecchio 18-05-2016, 20.26.27
L'avatar di alfaforever74
alfaforever74 alfaforever74 non è connesso
Cuore Sportivo 8C
 
Data registrazione: 07-02-2015
Residenza: Albignasego-Padova
Messaggi: 871
Predefinito

....che fortunato che sei......le hai potute ammirare tutte in una volta. io per vederle dovrei andare al museo di arese (che dovrebbe essere fantastico), ma li all'aria aperta e poi quando le mettono in moto.........
Rispondi citando
  #4  
Vecchio 18-05-2016, 21.55.05
Bevita Bevita non è connesso
Frequentatore
 
Data registrazione: 16-05-2016
Messaggi: 54
Predefinito

se si riesce a riorganizzare qualcosa di simile l'anno prossimo ti avverto, così scendi in Sicilia e ti fai pure una piccola vacanza...

Queste sono sempre foto di Piergiorgio Ferreri:









Tutte le precedenti immagini erano state prese davanti la Facoltà d'Ingegneria Meccanica dell'Università di Palermo....

Qui ci spostiamo, il giorno dopo, presso i box dell'antica Targa Florio, sulla SS 120 fra Termini Imerese, Buonfornello e Cerda. Ancora immagini di Piergiorgio Ferreri;



Ai prossimi post...
Rispondi citando
  #5  
Vecchio 19-05-2016, 10.35.52
L'avatar di lucien.averso
lucien.averso lucien.averso non è connesso
Cuore Sportivo 8C
 
Data registrazione: 14-11-2013
Residenza: Prato
Messaggi: 1,653
Predefinito

Bellissime foto davvero.
Pensi che sia improponibile rimetterla come gara di velocità oggi?
Rispondi citando
  #6  
Vecchio 19-05-2016, 13.09.19
Bevita Bevita non è connesso
Frequentatore
 
Data registrazione: 16-05-2016
Messaggi: 54
Predefinito

Allora... al di là di quello che sognano i vecchi irriducibili nostalgici, che sostengono che questo si potrebbe fare, ci sono due tipi di ostacolo:

1) il tracciato originale del "Piccolo Circuito delle Madonie", lungo 72 km, è perduto per sempre a causa di una serie di frane avvenute l'anno scorso e di cui si è parlato in TV in occasione del crollo del viadotto dell'autostrada Palermo-Catania, che ha ceduto proprio all'altezza della sua intersezione col vecchio tracciato. Anche riuscendo a ripristinare le strade, è cambiata ormai la geologia... nulla sarebbe più come prima.

2) anche ammesso di avere il tracciato in splendide condizioni, gestire dal punto di vista della sicurezza un circuito stradale di 72 km di lunghezza che si snoda sulle montagne e che attraversa tre paesi,con gli standard di oggi sarebbe proibitivo.

L'unico esempio di corsa di questo tipo che riesce a sopravvivere con le caratteristiche originali è il Tourist Trophy motociclistico all'Isola di Man, nel canale di Irlanda... ha più o meno la stessa età della Targa, il giro è di 60 km di strada ordinaria, ma molto più veloce del misto stretto della Targa... le moto più potenti girano a oltre 200 kmh di media, anche lì attraversi villaggi e se sbagli, muori... ci sono ogni anno almeno 2-3 decessi tra prove e gara... la corsa è stata estromessa da tutti i campionati ufficiali ma vive di luce propria, come la 24 ore di Le Mans... i piloti sanno quello che rischiano e l'accettano... oramai è considerato una sorta di sport estremo e piace moltissimo (devo dire che emoziona anche me)... ma c'è da dire una cosa: con la moto il pilota rischia tantissimo, il pubblico molto meno... con le auto, alla Targa Florio, sarebbe il contrario: con le prestazioni raggiungibili da una vettura odierna e le dotazioni di sicurezza a bordo, il rischio del pilota sarebbe basso, ma quello degli spettatori sarebbe altissimo...
Ti dico solo una cosa: dopo il via, il primo paese che si attraversava era Cerda, dove in pratica si percorreva a tavoletta tutto il lungo corso principale, superando abbondantemente i 200, e con vari dossi, dopodichè, sempre dentro il paese, c'era una bella staccata e una S stretta... il tutto fra due muri di folla... improponibile al giorno d'oggi...
Rispondi citando
  #7  
Vecchio 19-05-2016, 15.03.24
Bevita Bevita non è connesso
Frequentatore
 
Data registrazione: 16-05-2016
Messaggi: 54
Predefinito

E continuiamo con le immagini delle Alfa alla 100ma Targa...

In occasione dell'evento si è ricreata una coppia che fece epoca sulle Madonie: l'austriaco Helmut Marko e il toscano Nanni Galli, che nel '72 furono protagonisti di una clamorosa rimonta sulla Ferrari 312 di Arturo Merzario e Sandro Munari, conclusasi senza successo per una manciata di secondi (dopo 7 ore di gara e su un giro di 72 km!); essi correvano su un'Alfa 33TT3 (8 cilindri a V, 3000 cc) ufficiale... Helmut Marko oggi è uno dei boss della Red Bull in F1, nonchè manager personale di Sebastian Vettel, Nanni Galli dopo il ritiro si è dedicato all'azienda tessile di famiglia.
Alla 100ma Targa, per l'Historic Speed, è arrivata anche la loro macchina, portata da un noto collezionista di Alfa 33, italo-americano: Joe Nastasi, il quale ha portato anche una 33/3 del '71; la 33TT3 è stata guidata da Marko, la 33/3 da Galli...

Ecco Helmut Marko: era un astro nascente della F1 nel '72, ma poche settimane dopo la Targa, al GP di Francia sul circuito di Clermont Ferrand, un sasso gli bucò la visiera del casco e gli fece perdere un occhio, ponendo fine alla sua carriera...


e qui c'è Nanni Galli, a destra, mentre a sinistra c'è il suo amico ed autore di queste foto, Piergiorgio Ferreri:


Ed ecco il bolide, mente Marko prova il posto guida...


Una vista dall' "ufficio" di Galli e Marko... avreste dovuto sentirla in moto...


Qui Marko è pronto a partire... nell'abitacolo con lui il proprietario della macchina, Joe Nastasi


nanni Galli, come già detto, è stato "dirottato" sull'altra 33 di Nastasi, la 33/3 del '71


di cui vediamo qui il cruscotto
Rispondi citando
  #8  
Vecchio 19-05-2016, 16.28.35
L'avatar di lucien.averso
lucien.averso lucien.averso non è connesso
Cuore Sportivo 8C
 
Data registrazione: 14-11-2013
Residenza: Prato
Messaggi: 1,653
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Bevita Visualizza messaggio
Allora... al di là di quello che sognano i vecchi irriducibili nostalgici, che sostengono che questo si potrebbe fare, ci sono due tipi di ostacolo:

1) il tracciato originale del "Piccolo Circuito delle Madonie", lungo 72 km, è perduto per sempre a causa di una serie di frane avvenute l'anno scorso e di cui si è parlato in TV in occasione del crollo del viadotto dell'autostrada Palermo-Catania, che ha ceduto proprio all'altezza della sua intersezione col vecchio tracciato. Anche riuscendo a ripristinare le strade, è cambiata ormai la geologia... nulla sarebbe più come prima.

2) anche ammesso di avere il tracciato in splendide condizioni, gestire dal punto di vista della sicurezza un circuito stradale di 72 km di lunghezza che si snoda sulle montagne e che attraversa tre paesi,con gli standard di oggi sarebbe proibitivo.

L'unico esempio di corsa di questo tipo che riesce a sopravvivere con le caratteristiche originali è il Tourist Trophy motociclistico all'Isola di Man, nel canale di Irlanda... ha più o meno la stessa età della Targa, il giro è di 60 km di strada ordinaria, ma molto più veloce del misto stretto della Targa... le moto più potenti girano a oltre 200 kmh di media, anche lì attraversi villaggi e se sbagli, muori... ci sono ogni anno almeno 2-3 decessi tra prove e gara... la corsa è stata estromessa da tutti i campionati ufficiali ma vive di luce propria, come la 24 ore di Le Mans... i piloti sanno quello che rischiano e l'accettano... oramai è considerato una sorta di sport estremo e piace moltissimo (devo dire che emoziona anche me)... ma c'è da dire una cosa: con la moto il pilota rischia tantissimo, il pubblico molto meno... con le auto, alla Targa Florio, sarebbe il contrario: con le prestazioni raggiungibili da una vettura odierna e le dotazioni di sicurezza a bordo, il rischio del pilota sarebbe basso, ma quello degli spettatori sarebbe altissimo...
Ti dico solo una cosa: dopo il via, il primo paese che si attraversava era Cerda, dove in pratica si percorreva a tavoletta tutto il lungo corso principale, superando abbondantemente i 200, e con vari dossi, dopodichè, sempre dentro il paese, c'era una bella staccata e una S stretta... il tutto fra due muri di folla... improponibile al giorno d'oggi...
grazie della risposta.
Rispondi citando
Rispondi

Strumenti discussione
Modalità visualizzazione

Regole di scrittura
Non puoi postare nuovi argomenti
Non puoi postare repliche
Non puoi postare allegati
Non puoi editare i tuoi post

BB code è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Vai al forum


Questa pagina è stata caricata alle: 06.01.31.

Powered by vBulletin® Version 3.7.0
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Copyright © 2008 Alfaclub.it Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale.